giovedì 15 novembre 2012

Enchanted doll a Grottammare




Non sono proprio sul pezzo, però come non raccontare della prima mostra in Italia di Marina Bychkova e le sue Enchanted Doll. Il team di organizzatori della Piceno Fashion Doll Convention, PFDC per gli amici, è riuscito a portare in Italia il 27 e 28 ottobre queste bellissime bambole e la loro creatrice. L'occasione era ghiottissina, infatti oltre alle bambole di porcellana esposte, Marina presentava (e vendeva) per la prima volta la nuova linea bambole in resina - con e senza make up e blushing - e alcuni accessori-gioiello.





Io sono arrivata domenica e praticamente non era rimasto nulla di tutto quello che era in vendita, nonostante le crisi e i prezzi non proprio popolari di queste bambole.


Ho portato con me la mia ED Emerald ed è stato emmozionante vedere con quanta tenerezza e vero piacere Marina l'abbia tenuta ancora un volta tra le mani.


Ho approfittato spudoratamente dell'occasione per farle indossare scarpe e elmetto e con Michela abbiamo improvvisato una piccola sessione di foto.






Niente acquisti folli questa volta anche se ho segnato nella mia wishlist le scarpe fetish-rocco Extravaganza, con plateau e stiletto in argento. 385 dollari canadesi e passa la paura.


Alcune foto sono mie, le altre sono di:
Lorenzo Sperazoni, Lella Pastrocchio, Michela Zampini, Cisley

giovedì 4 ottobre 2012

Arancia Meccanica project - Dr Martens



La panoplioa per il cosplay di Alex DeLarge è relativamente semplice.
Partendo dal basso, la prima cosa da trovare sono le scarpe. Il mercato offre diverse soluzioni, con prezzi e qualità diverse.

Dollmore, 46 dollari




Nine style, 47,70 dollari


Doll-zone, 16 dollari


Su ebay, 9.90 dollari


Lekeworld, 47 dollari

mercoledì 3 ottobre 2012

Clockwork orange

La nuova bambola di Universal Pooyan



mi ha fatto venire voglia di un custom insirato alla versione di Kubrik di Arancia Meccanica. Altri ci hanno già pensato, la mia preferita è senz'altro la deliziosa creatura di Giulia Maria Beretta


Blythe custom di @naiLABO, in mostra Takara Blythe Anniversary Exhibition 2005


Ancora Blythe


In resina, Dream of Doll di Disorder Heaven



In stoffa di DevoutDoll


All'uncinetto


Living Dead dolls, l'unica bambola ispirata alla figura di Alex DeLarge prodotta in serie



Action figure, customizata da Rainman



Action figure CRM Toys




Vinyl toys






venerdì 28 settembre 2012

Bambole e Burlesque

Il 25 novembre a Calenzano:


Il Dolls Collectors' Club Italia anche quest'anno mi ha chiesto di pensare ad un logo per il contest di bambole customizzate (possibile che non ci sia un'altra parola? Un vocabolo nella lingua italiana che abbia la stessa immediatezza ma un suono migliore?).
Il tema, su cui presto Daniela Ferrando darà tutti gli approfondimenti, è quello del burlesque.
Tra i vari elementi che avevo a disposizione ho voluto utilizzare il bustino, che con la sua forma evoca la sagoma di corpo idealizzato che i collezionisti conoscono fin troppo bene. Anche il colore rosa cipria richiama quello del vinile di Barbie e Co. oltre ad essere un "classico" nella biancheria più raffinata. Il laccio, spostato sulla parte anteriore, si scioglie in svolazzi e compone il logo. La font è lo Sverige Script Decorate, opportunamente modificata.
I riferimenti sono anche a due foto che ho sempre amato, anche se non hanno molto a che vedere con il burlesque.

Jean Loup Sieff


Horst P. Horst


La seconda proposta, scartata, fa riferimento ad un dei tanti gesti di ammiccamento che l'artista fa verso il pubblico: il lancio di un bacio, sintetizzato in due elementi, bocca rossa e mano guantata di nero.